buoni rimedi

Don Pablo, vi devo parlare, è importante… Mi sono innamorato!
Pablo Neruda: Ah, meno male! Non è grave, c’è rimedio.
Mario: No, no! Che rimedio… Io voglio stare malato.
(Dal film Il postino)

Proprio così. Anche per quel che riguarda la salute, c’è sempre un rimedio, occorre però sceglie di voler guarire. Spesso, quello che ci viene da fare è eliminare il disturbo nel più breve tempo possibile. Manca il tempo. E abbiamo paura.

Credo che il miglior rimedio sia proprio il tempo. Dare a noi, fatti di corpo, mente e spirito, il tempo per assestarci giorno dopo giorno, emozione dopo emozione, reazione dopo reazione.

Se mangio la domenica come un bufalo, mischiando vari tipi di proteine, dolci e bevendo un bicchiere di più del solito, devo dare tempo al mio corpo per reagire a quello che in modo disordinato, ho introdotto. Ma se mentre mi abbuffo sono felice e in buona compagnia la mia reazione sarà più rapida e meno dannosa magari di una insalata scondita mangiata in triste solitudine.

A ogni mia scelta, di cura, di alimentazione, di relazioni, … emozionale, deriva una REAZIONE. Se sono consapevole di ciò, ogni mia reazione sarà sostenuta e ne beneficerà. Corpo, mente e spirito sono COERENTI tra loro.

Se assumo un farmaco per il raffreddore, ma non sono consapevole del perché il mio corpo ha avuto un abbassamento delle difese immunitarie da essere facile preda per uno dei mille virus e batteri in cui siamo immersi, ecco, che la mia reazione sarà veloce grazie al farmaco, ma superficiale, perché non consapevole e dunque molto probabilmente questo raffreddore presto si ripresenterà.

I migliori rimedi sono dunque: il tempo, la consapevolezza e la coerenza.

A questi aggiungo il coraggio, la fiducia nelle nostre infinite risorse, la gentilezza e tutto ciò che la natura generosamente ci mette a disposizione.

Io sono qui per darvi una mano in questo.

Non trovare il difetto. Trova il rimedio.
(Henry Ford)